lunedì 23 febbraio 2015

Recensione "La Bella e la Bestia"

Questo breve romanzo è ispirato al film uscito un anno fa, che vedeva come protagonisti Léa Seudoux e Vincent Cassel. Un film che mi è piaciuto nonostante la storia fosse diversa dal classico Disneyano. I vestiti di Belle devo dire mi hanno colpita moltissimo! Ho un debole per gli abiti di questo tipo e al cinema ricordo che mancava poco perché mi scendesse la bavetta alla bocca.
Comunque questo, come altri precedenti (Biancaneve e il cacciatore, Cappuccetto rosso sangue) è il caso dei libri che vengono scritti ispirandosi alla sceneggiatura, quindi mentre leggi rivedi il film, non usando molto l'immainazione.
Ciò nonostante è scritto molto bene ed è rapido da leggere.
In questo romanzo Belle ha 3 fratelli e 2 sorelle: insopportabili e snob, ma che fanno morire da ridere nel momento in cui tutto il lusso a cui sono abituate viene portato via loro.
Portato via, perché le tre navi del loro padre (che fa il mercante) vengono distrutte durante una tempesta, riempiendolo di debiti.
L'unica entusiasta di andare a vivere in campagna è Belle.
Ma una sera, dopo uno spiacevole incontro, il padre di Belle si ritrova nei pressi del palazzo della Bestia.
Una storia davvero particolare nella sua diversità. Vi consiglio di leggerla. Io ho amato la favola della Bella e la Bestia, che è la mia preferita a parimerito con la Sirenetta! (Spero che ne facciano un film!)
L'attrice mi è piaciuta molto, ma ho avuto un debole per Vincent Cassel fin da subito. Secondo me è un uomo davvero molto affascinante.
Vi lascio qualche foto che ho scovato su internet (principalmente gli abiti di Belle).




2 commenti:

  1. Ho visto il film è stupendooooo non pensavo avessero fatto un mini racconto *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hanno fatto come con Biancaneve e il cacciatore oppure Cappuccetto rosso sangue. Il libro l'avevo trovato nella libreria dentro al cinema, giusto dopo essere andata a vedere il film!

      Elimina