giovedì 6 luglio 2017

Commento al racconto “Vento del Nord e Fior di Ciliegio"

Può un romanzo contenere poesia? Sì! E questo raccontino ne è la prova.
Mentre leggevo mi sembrava davvero che le parole mi venissero sussurrate all'orecchio. Poche pagine, ma di una pienezza incredibile! 
Un amore, quello fra Vento del Nord e Fior di Ciliegio, che non avrà mai fine.
Ho amato questa interpretazione delle quattro stagioni, e spero che l'autrice dedichi un secondo racconto anche all'autunno e all'estate! (di cui non vi svelerò i "nomi"!)
Siccome voglio evitare spoiler, vista la brevità del racconto, Vi lascio questo estrattino preso da Amazon: Link QUI (potrete acquistarlo da domani).

Marzo era giunto alla fine e Silyen si era svegliato da pochi giorni, eppure quel luogo era al culmine della sua bellezza.
Sembrava che la primavera lì fosse giunta già da molto tempo, o forse non se ne era mai andata.
Gli alberi svettavano verso il cielo, maestosi ed eleganti, ma non imponenti come il Signore della foresta, erano antichi come lui, ma al tempo stesso dall’aspetto più gentile e meno austero.
Le chiome rosate ondeggiavano, i petali di ciliegio danzavano nell’aria, seguivano il vento; si adagiavano nell’acqua chiara del fiume seguendone il corso, per poi lasciarsi cadere nel vuoto, giù, lungo la cascata.
Tingevano di rosa e bianco le acque gelide.
Riempivano di un profumo dolce l’aria che lo circondava.
Le iridi, dello stesso colore di quei petali, fissavano quanto accadeva intorno a loro, scrutavano il paesaggio, fino ad arrivare sotto quell’albero in particolare.
Un ciliegio cresceva al limitare della radura, proprio sulla riva del fiume. I rami più bassi sfioravano l’acqua, lasciava che i suoi petali vi scivolassero per poi essere portati via dalla corrente. Era un albero grande e maestoso, lì da tanto tempo; era il luogo che preferiva dell’intera foresta, dove amava perdersi ad osservare il mondo e lasciare che il tempo scorresse, mentre i raggi del sole lo riscaldavano.
Sotto quell’albero si erano incontrati lui e Taran, era dove si erano parlati e innamorati; ed era lì che avevano fatto l’amore per la prima volta.
Voto: Libro che mi è piaciuto molto

4 commenti:

  1. Ciao, ti ringrazio veramente tantissimo, le tue parole sono stupende e sono felicissima che ti sia piaciuto.
    Per l'estate e l'autunno ci sto lavorando <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggerlo! *_* So già che amerò anche loro! <3 Sarebbe bellissimo crearne dei disegni in stile manga <3

      Elimina
    2. Lo so, i disegni in stile manga li ho sempre sognati per questi racconti. Peccato che io non sappia tenere una matita in mano. Chissà forse troverò qualcuno un giorno.

      Elimina
    3. Guarda la Aoi Manga <3 Sono bravissimi!

      Elimina